I Chirurghi

Caro chirurgo, ti voglio bene.

Le tecniche chirurgiche non sono più come cinquant’anni fa.
Adesso si opera a ‘tappe’.
In fin dei conti è un po’ come giocare con Carlo Conti su Rai Uno: se sbagli si dimezza il premio.
Qui si dimezzano i pezzi di me.
Che il plotone da combattimento sia chiamato a raccolta.
Ho bisogno di voi la prossima settimana.
Caro chirurgo, ti voglio bene.
(No, penso tu sia un grande uomo sul serio. Hai anche un bellissimo nome. Ma se decidessi di smettere di tagliare, sarei un po’ più felice).

20130114-190438.jpg

Annunci
Categorie: Come stai?, I Chirurghi, Le tappe dell'operazione | 1 commento

Sono viva e vegeta!

Ciao ciao ciao,
sono viva e vegeta!
Rincoglionita, dolorante e un po’ fuori uso, ma sto bene!!!
L’intervento di lunedì è durato dalle 12 alle 20 (!!!) tanta roba ragazzi!
Ma il chirurgo è uscito soddisfatto. Che bello!
Stamani è passato a salutarmi e mi ha dato una bella strizzatina alla poppa (dolore infinito!).
È il suo saluto del mattino.
(Mannaggina!!!)
Si perchè c’è ancora una poppa!
No che dico una, DUEEEEEEEEEEEEE!!!!
Grazie mille a tutti per essermi stati vicini.
Non ho ancora finito del tutto, ma siamo sulla buona strada.
🙂 per ora vi dico solo ciao ciao

Ps. Ho ancora una quinta, da tutte e due le parti, il che è qualcosa di incredibile!!! Iuppidu!!!

Categorie: Come stai?, I Chirurghi, Le poppe | Lascia un commento

Mi fa male un occhio!

Sotto i ferri dalle 12 alle 20.
Non sono ancora in grado di scrivere niente perché sono ancora rincoglionita.
Domani vi dirò tutto.
Buonanotte.

Ps. La poppa? Ora c’è, poi non c’è, e più c’è DINUOVO!!!
Tutto ok.
Tranne che…
MI FA MALE UN OCCHIO!!!!!

Categorie: Careggi, l'ospedale, I Chirurghi, Le poppe, Le tappe dell'operazione, Plotone da combattimento, Storie da ospedale che fanno ridere a crepapelle | Lascia un commento

Sono già in ospedale!

Stamani passa da me un Dottorino giovane sulla trentacinquina carino, biondino, occhi chiari…
Insomma, mi legge su un foglio, tutta la tiritera di roba che devo fare durante l’operazione e mi chiede di firmare.
Lo guardo e gli dico:
‘Posso farle una domanda?’
E lui:
‘Prego mi dica’
Io: ‘Ma se questa me la ricostruite, quell’altra me la ritirate su?’
Il Dottorino mi guarda e un po’ imbarazzato mi dice:
‘Sa, non l’ho seguita io, non so cosa dirle, dovrei vedere…’
E io continuo:
‘Si ma se me ne fanno una su e una giù…’
‘Ma, senta, dovrei vedere che tipo di seno ha, perché così non so cosa dirle!’
E io:
‘Ok, le vuole vedere? Ecco qua.’
E gli rifaccio la spiegazione da capo, toccando le due poppe.
‘Se una la tirano su e l’altra è giù tirate su anche l’altra o… bla bla bla.’ Ragazzi , via, ho visto questo Dottorino che provava piacere nel guardare quello che vedeva… vi assicuro!
Ok, sarà perché ho fatto tipo nei film porno, quando si aprono la camicia e ti sventolano le poppe davanti, sarà perché avevo la canottiera e le ho fatte passare da sopra entrambe, fatto sta che questo Dottorino era imbarazzato… è diventato anche rosso!
La sua risposta balbettante alla fine è stata:
‘Non si preoccupi signorina, vedrà che vengono quasi uguali. E poi per rifarsi anche l’altra c’è tempo!
Mah! Se lo dice lui…

Categorie: Careggi, l'ospedale, I Chirurghi | Lascia un commento

Che palle!

L’intervento è stato nuovamente spostato.
Oggi sono arrivata in ospedale con la valigia e i mille pigiami dentro, ho aspettato che mi chiamassero e mi hanno detto ‘bisogna che vada a parlare con il chirurgo’.
Alla mia domanda ‘l’intervento è stato spostato?’ non c’è stata risposta.
Bene, vi comunicherò quando sarà. Di sicuro non domani.
Forse lunedì prossimo nel pomeriggio.
E meno male che ogni settimana c’era un posto prenotato per me!!!
Cazzo, non avevo considerato la NON comunicazione tra chirurgo e infermieri e lo SCIOPERO di venerdì prox.
Anche io però ci dovevo pensare a queste cose… (!!!)
Categorie: Careggi, l'ospedale, I Chirurghi | Lascia un commento

L’intervento. Rimandato DINUOVO di un’altra settimana.

L’intervento.
Rimandato DINUOVO di un’altra settimana.
Per un errore loro di non comunicazione tra medici e infermieri.
Inoltre il chirurgo ha DINUOVO cambiato idea sull’intervento.
Mio Dio.
Che ho fatto di male?

Scusate scusate. Certe volte la mia positività è veramente messa a dura prova.

Categorie: Dio c'è, non c'è, o ci fa?, I Chirurghi, Le tappe dell'operazione | Lascia un commento

Forse, Dio c’è. CAVOLO CHE BELLO!!!!

Ragazzi la forza della mente, è tutto.
Cavolo.
Domani ne avrò la conferma.
Le cose si possono cambiare (di poco o di tanto) con la positività e la CALMA.
La paura e la fretta portano su strade sbagliate.
Continuate a sperare ed essere positivi insieme a me.
CAVOLO CHE BELLO!!!!

Categorie: Dio c'è, non c'è, o ci fa?, I Chirurghi, Le poppe | Lascia un commento

RIFLETTI. E non smettere mai di reagire.

E’ strano quanto le parole riescano a influenzare le persone.
I medici hanno concentrato la mia attenzione, ormai da un mese e mezzo, sul fatto che sono “malata”.
Quindi, di protocollo ti spiegano tutte le seguenti cose che leggerete qua sotto.
Anche se non è detto che riguardino te, in tutto e per tutto.
Ma loro te le spiegano ugualmente, tutte, tutte, tuttissime e soprattutto tutte insieme.

E tu ti senti PROTAGONISTA, ASSOLUTO.

E cadi in un baratro profondissimo, sbattendo di qua e di là, senza renderti conto che per scendere, c’era anche la scaletta lì accanto e poco più in là c’erano anche due ascensori.
E che in realtà, all’ultimo piano ci sta solo il diavolo con le sue corna e il diavolo non l’ha mai visto nessuno.
E tu, magari, devi scendere solo di UNO scalino.

Quindi, cari medici, cazzo, a volte tenetevi qualcosa per voi.
O lasciate le vostre informazioni enciclopediche chiuse dentro i vostri libri tanto saggi.
Soprattutto se non è detto, che riguardi me in particolare.

Ecco la trafila di cose che ti sciorinano al primo colloquio o nei due o tre successivi:

TUMORE AL SENO= SE FAI QUELLO CHE TI DICIAMO NOI IN TUTTO E PER TUTTO, FORSE VIVI

PROTOCOLLO:
TUMORE AL SENO = OPERAZIONE (un quarto, metà, tre quarti, tutto il seno, o se vuoi anche tutti e due i seni insieme) + CHEMIOTERAPIA + ORMONI + UNA NUOVA CURA SPERIMENTALE  X CINQUE ANNI (più un miliardo e mezzo di visite da fare)

Ossia:
OPERAZIONE = UNA SETTIMANA  + UN MESE DI CONVALESCENZA (PROBABILMENTE)
CHEMIOTERAPIA = STERILITA’ (FORSE, NON E’ DETTO) + PERDITA DEI CAPELLI (FORSE, NON E’ DETTO) + NAUSEA (FORSE, NON E’ DETTO)
ORMONI = STERILITA’ (FORSE, NON E’ DETTO) + DISTURBI VARI (FORSE, NON E’ DETTO)
UNA NUOVA CURA SPERIMENTALE = DISTURBI VARI (FORSE, NON E’ DETTO)

SOLUZIONI POSSIBILI:
PERDITA DI CAPELLI = RICRESCERANNO
STERILITA‘ = CONSERVAZIONE DEL TESSUTO OVARICO + CONGELAMENTO DEGLI OVULI

Ossia:
CONSERVAZIONE DEL TESSUTO OVARICO = SI FA, SE VUOI, IN FASE DI OPERAZIONE (fico cosi’ mi risveglio con 50.ooo ferite da risarcire)
CONGELAMENTO DEGLI OVULI = NON PUOI STIMOLARE LE OVAIE PERCHE’ IL TUO TUMORE E’ “PROBABILMENTE” TROPPO BRUTTO. SE NON STIMOLI LE OVAIE FORSE, NON RIESCI A PRELEVARE ABBASTANZA OVULI, QUINDI E’ QUASI INUTILE

Soluzione al congelamento degli ovuli:
VAI IN UN CENTRO SPECIALIZZATO =PRELEVAMENTO DEGLI OVULI SENZA STIMOLAZIONE (10%-30% DI POSSIBILITA’ DI RIUSCITA. FICO.).

“Allora che vuole fare? Perchè può anche decidere di non fare niente e stare a vedere che succede,
MA, SAPPIA CHE, NOI L’AVEVAMO AVVERTITA. E poi diciamocelo, lei un figlio ce l’ha già. Che cerca? Pensi a guarire.”

Ok lo si fa. Si fa tutto.
Se ti dicono che stai per morire, si fa tutto.
E per fortuna non mi hanno detto che sto proprio per morire.
Mi hanno detto che da questo tipo di tumori ci si salva.
Bene.
Ci si salva come?
Con un pezzo di ciccia in meno.
E la sensibilità? Nessuno mi parla mai di sensibilità.
Bè di quante altre cose non mi parlano, (mi domando io)?
Il problema fondamentale è che ti fanno sentire malato da subito.
E questo non va bene.
Perchè peggiora solo le cose.
Esci dai colloqui con i medici, sempre demoralizzato e meno male che non ci sono ponti troppo vicino alle cliniche mediche, perchè la tentazione sarebbe quella di finirla lì.

Ma poi torni a casa, a lavoro e riprendi per un attimo in mano la tua vita.
E rifletti.
RIFLETTI.
NON MI SENTO COME DICONO LORO, i medici.
E per fortuna reagisci.
SI, PER FORTUNA REAGISCI.
E GLIELA TIRI IN CULO A TUTTI.
CON IL SORRISO E IL SARCASMO.

NON SMETTERE MAI DI REAGIRE.

Categorie: Gli appuntamenti, I Chirurghi, Verginità, fertilità, infertilità, inverginità | 2 commenti

PLOTONE ATTENZIONE!!!

PLOOOTOOONEEEEEE ATTTTEEEENZIOOOONEEEE!!!!
Plotone sugli attenti, stavolta ci siamo davvero.
L’intervento si terrà VENERDI’ 23 NOVEMBRE.
A breve vi dirò anche l’ora precisa in cui TUTTI INSIEME mi dovrete pensare FORTISSIMAMENTE.
Siccome l’intervento durerà svariate ore, organizzatevi in turni, per pensarmi continuamente.

Il chirurgo ha una rinomata fama (allievo del primo chirurgo che operò questo genere di malattie a Firenze).
Io sono una discreta figliola (via, diciamo la verità, molto più che discreta)
Sono sicura che questo piccolo (perchè è bassino), grande (perchè la sua fama è alta), uomo (perchè è uomo e non donna), farà un OTTIMO lavoro. Insieme a tutto il suo staff.La forza della mente è più forte di ogni cosa.
Io ho bisogno della vostra, unita alla mia.
Vi adoro tutti quanti.Partecipate numerosi!!! 🙂
So che sarete con me.Vi terrò aggiornati.E per capire di più:
https://voglionotagliareunpezzodime.wordpress.com/se-non-ti-tocchi-sei-uno-stupido/

"L'intervento del secolo"

“L’intervento del secolo”

Largo Brambilla, 3, 50134 Firenze
Categorie: Careggi, l'ospedale, Gli appuntamenti, I Chirurghi, Le tappe dell'operazione, Plotone da combattimento | 12 commenti

Che ne dite del Dottor Ryke Geer Hamer?

Dico che secondo me ci ha dato.

(…) Possiamo constatare che il tumore non è per niente una crescita dissennata e selvaggia di cellule impazzite, bensì un processo del tutto comprensibile e addirittura prevedibile che si attiene in modo precisissimo ai dati dell’evoluzione ontogenetica.
(…)

(Introduzione alla Nuova Medicina – Dottor Ryke Geer Hamer – pag. 27)

(…)
Da quando si è scoperto che i tumori non sono assurdi ma hanno un senso biologico ben preciso, è nata la quinta legge: si è scoperto che le cosiddette malattie sono, dal punto di vista ontogenetico, il buonsenso biologico.
Infatti questi tumori e malattie oncoequivalenti sono dal punto di vista dell’evoluzione, una parte dei programmi speciali, biologici e sensati della natura.
(…)

(Introduzione alla Nuova Medicina – Dottor Ryke Geer Hamer – pag. 28)

Categorie: Dio c'è, non c'è, o ci fa?, I Chirurghi | 2 commenti

Blog su WordPress.com.